Fabio D’Errico, il musicista cagnanese verso l’Abbey Road Studios, dove incisero i Beatles

0
3142
fabio d'errico
Fabio D'Errico

A Cagnano e sul Gargano lo conoscono tutti: tra eventi in piazza e serate nei locali, Fabio D’Errico è diventato ormai un punto fisso nel panorama musicale garganico, complice anche tanta gavetta fatta con band storiche come i Silver Blood che negli anni lo hanno portato a partecipare a diversi eventi e concorsi musicali della zona, come Living Festival.

“Ho sempre avuto una grande passione per la musica. – spiega il giovane D’Errico – e a nove anni già avevo un grande interesse per l’elettronica soprattutto per il collegamento che essa ha con la musica attraverso la chitarra elettrica”.

Fabio D’Errico con i Silver Bloom in un articolo di Schiamazzi del 2007

Poi la carriera da solista: collabora con svariati musicisti di fama internazionale e nel settembre 2016 ha l’onore di essere tecnico ufficiale sull’amplificazione di Steve Vai in persona. Chitarrista, cantante e costruttore tecnico di amplificazione per chitarra ed attrezzatura da studio, ha costruito anche per Stef Burns (Vasco Rossi).
Riceve commenti positivi sull’operato anche da Massimo Varini (Vasco, Biagio Antonacci e molti altri) e Giacomo Castellano (Gianna Nannini) nel quale autografa un suo prototipo di amplificazione. Autoproduce tutta la sua attrezzatura (amplificatori, effettistica e microfoni) tutto da solo, tranne le chitarre.
Inoltre partecipa alle selezioni del talent Amici pre-tv ed arriva fino alla terza selezione e quest’anno è finalista regionale pugliese per Area Sanremo, ma non solo. Fabio d’Errico lo scorso giugno ha fatto parte della più grande rock band del mondo, i 1000 musicisti che hanno partcipato al Firenze Rockin’1000 in concerto allo stadio Franchi con la partecipazione di “Courtney Love“, immortalato e intervistato dalle telecamere del TG1:

La svolta degli Abbey Road Studios a Londra

Ma le sorprese non sono finite qui: dopo il successo di Firenze il percorso di Fabio segna un nuovo successo. Infatti, Fabio a breve volerà a Londra per incidere con gli Abbey Road Studios, famosi per essere stati gli studi di incisione dei Beatles. Con lui lavorerà Frank Arkwright, ingegnere del suono dei Coldplay, Oasis, Radiohead, Elton John e molti altri, definito dalla rivista Hi-Fi Choice come “England’s greatest mastering and remastering engineer for contemporary rock music” ovvero “Il più grande ingegnere della masterizzazione e della rimasterizzazione della musica rock contemporanea”.

Frank Arkwright
Frank Arkwright

Fabio a breve volerà a Londra per incidere con gli Abbey Road Studios, famosi per essere stati gli studi di incisione dei Beatles. Con lui lavorerà Frank Arkwright, ingegnere del suono dei Coldplay, Oasis, Radiohead, Elton John e molti altri

La passione per l’artigianato musicale

“Qualche anno fa ho cominciato a costruire pedali per me, ‘copiando’ vari modelli ma ora ho quasi un laboratorio artigianale e sono più creativo, prendo solo spunto dai modelli, niente di più. I laboratori artigianali di questo genere sono pochi in Italia: al giorno d’oggi tutto è prodotto ‘sottomacchina’ e bisogna tenere conto che con le macchine la qualità è più bassa. Io mi concentro, a differenza delle grandi fabbriche, sulla qualità e non sulla quantità.”