Naufragio Sparviero, Via Crucis dedicata alle vittime. Rinvenuto il relitto

0
114
L'uscita del Cristo Morto dalla Chiesa di San Cataldo
L'uscita del Cristo Morto dalla Chiesa di San Cataldo
L’uscita del Cristo Morto dalla Chiesa di San Cataldo

Cagnano Varano – Un momento di grande raccoglimento per ricordare le vittime del naufragio di Civitanova Marche si è volto ieri sera all’interno della Via Crucis cittadina che come ogni anno ha visto una grande partecipazione popolare(confermando di fatto di essere la processione che raccoglie più fedeli nell’anno). Durante la celebrazione degli ultimi attimi di vita di Gesù Cristo e della sua morte, più volte i parroci hanno lanciato momenti di preghiera e ricordo alle vittime e ai dispersi del naufragio dello ‘Sparviero’ che giovedì scorso ha provocato la morte di Michele Fini, cagnanese di 25 anni e Giorgio Toma Viorel, 19 anni, romeno.

Ieri pomeriggio è stato rinvenuto, ad opera dei sommozzatori dei vigili del fuoco di Teramo, muniti di sonar, lo scafo dello “Sparviero”, il motopesca affondato al largo di Civitanova Marche.  Il relitto era a 12 metri di profondità, tra due filari dell’allevamento di cozze, a un miglio e mezzo dalla costa all’altezza della foce del fiume Chienti. Perlustrate la cabina e la sala macchine, dei due marittimi scomparsi, i romeni Maroga Costoli e Simon Vasile, non si sono trovate tracce. I loro corpi, dunque, sono stati trascinati dalla corrente.